Home -> Blog -> generica
martedì 20 novembre 2018 09:30 | 2 Commenti

Ruckus, il Channelfly ed i canali wireless

Scritto da: Ste73

Come molti dei nostri clienti sanno lavoriamo moltissimo sul wifi e da anni abbiamo scelto, come partner principale, Ruckus Wireless.

In questo ed in alcuni prossimi post cercheremo di raccontare le principali caratteristiche dei loro prodotti, partendo da una quello che per alcuni che non ne conoscono il funzionamento sembra un difetto ma in realtà è una vera e propria chicca: il Channelfly (qui un documento tecnico ma non troppo).

Gli access point Ruckus, come quasi tutti i prodotti professionali, lavorano contemporaneamente su due bande di frequenze (2,4 GHz e 5 GHz), per compatibilità con i client, ma anche per sfruttare al meglio tutto lo spettro libero da licenze disponibile. La frequenza a 2.4 GHz è da sempre caratterizzata dalla sovrapposizione dei canali radio, come rappresentato nell’immagine che segue. I canali non sovrapposti (quindi che non si disturbano tra loro) sono soltanto 3 degli 11 totali disponibili.

Fonte: Cloudtrax

Una buona pratica suggerisce quindi “sempre” di utilizzare soltanto i 3 canali “puliti” (1,6,11) onde evitare il fenomeno delle c.d. “auto interferenze” (un access point che disturba suo fratello non è il massimo in una situazione in cui è spesso già difficile emergere tra i disturbi dei vicini).

Quando realizzi una rete con Ruckus, come sarà chiaro al termine della lettura di questo post, puoi utilizzare anni di studi e test condensati nel Channelfy per disinteressarti della sovrapposizione dei canali. E la cosa divertente è che, quando un terzo (del quale non facciamo il nome, ma è un’azienda considerata tra i leader nel settore IT in Italia per competenze e dimensioni) analizza la tua rete giunge spesso a conclusioni sbagliate, come questa (da questo cliente il problema era tutt’altro, non legato al wireless):

La rete di Access Point intelligente Ruckus con il ChannelFly valuta i canali (tutti i canali) disponibili, e non li valuta in termini astratti, matematici, teorici. Misura le performance reali dei client su quei canali e, combinando i dati raccolti con quelli delle fonti intereferenti, arriva a stabilire quali siano i canali più adatti per avere prestazioni davvero superiori dei client connessi.

Una dimostrazione? La rete del nostro ufficio. Abbiamo 2 Access Point Ruckus che coprono la parte di uffici al primo piano dell’edificio e, guardacaso, si sono messi entrambi sul canale 1.

E non crediate che gli altri canali siano interferiti, anzi, come vedete da questo grafico lo spettro è decisamente pulito.

E allora, perché gli access point hanno scelto, insieme al controller di utilizzare il canale 1 sovrapponendosi?

Molto semplice: poiché proprio nella parte centrale dell’ufficio abbiamo una stanza per le “pause” con, all’interno, tra le altre cose, un forno a microonde. Vi potreste chiedere che c’entra il fornetto, e la risposta è piuttosto semplice: le microonde che utilizza hanno una lunghezza d’onda simile a quella del WiFi sui 2.4 GHz. Potreste obiettare che vi hanno sempre detto che è schermato, e la risposta è ancora semplice: sì, lo è, ma solo al punto da non far uscire una potenza eccessiva (è un po’ come la sordina nella tromba: serve per abbassarne il “volume”, non per renderla muta).

Ed ecco infatti come appare lo spettro con l’analizzatore durante il riscaldamento del latte. Come potete notare il forno disturba tantissimo tutti i canali, ma è più clemente, guardacaso, con il canale 1, quello scelto per la nostra rete a 2.4 GHz dai dispositivi Ruckus con il Channelfly.

In conclusione, se qualcuno dovesse dirvi che una rete realizzata con Ruckus ha un errore di configurazione per la sovrapposizione dei canali, annuite e sorridete, tanto non capirà :)

Tags: generica
martedì 8 maggio 2018 11:24 | Inserisci commento

Offerte di lavoro

Scritto da: Cristiano

Stiamo cercando le seguenti figure. Potete mandare il CV a internet @ direte.it Grazie!

Programmatore

Cerchiamo una/o sviluppatrice/ore in ambito web da far crescere con DiRete.

Il candidato ideale è una persona che ami già scrivere codice e sperimentare le nuove tecnologie.
Contratto a tempo indeterminato (o tirocinio) a seconda dell’esperienza della persona.

Questi gli strumenti di lavoro:

– PHP, framework Laravel 5.x
– MySQL
– HTML5, framework Bootstrap
– JavaScript ES6
– CSS3, framework SASS
– GIT

Impiegato amministrativo

Cerchiamo ragioniera/e (o superiore) a TEMPO INDETERMINATO, 38h settimanali.

Valutiamo con serietà solo persone:
– con 2 anni di esperienza di contabilità generale / clienti / controllo di gestione
– che non si spaventino davanti a 20 informatici e 70.000 fatture/anno

Daremo priorità a candidati che:
– possano arrivare in ufficio in 20-30 minuti
– sappiano passare da Windows a macOS e ritorno ;) con naturalezza

Tecnico Networking

Cerchiamo tecnica/o informatico esperta/o di networking.

Si richiedono:
– 2 anni di esperienza nel settore
– familiarità con concetti di Switching, Routing, Protocolli di rete, VPN, monitoring e troubleshooting.
– certificazione Cisco “Networking essentials” e possibilmente CCNA Routing and Switching o analoghi
– capacità di lavorare in team ed a contatto con il cliente
– buona lingua inglese scritta e parlata
– basi di security e gestione firewall
– spiccate doti di problem solving

Tags: generica
venerdì 2 febbraio 2018 11:04 | Inserisci commento

Voucher digitalizzazione

Scritto da: Cristiano

Facciamo chiarezza in modo che le domande che i nostri clienti ci sottopongono possano trovare risposte utili anche ad altri

;)

A chi è rivolto?
alle micro, piccole e medie imprese

Cos’è?
è un contributo non superiore a 10k€ (Voucher) nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili

Per cosa è spendibile?

  • interventi di digitalizzazione dei processi aziendali
  • ammodernamento tecnologico

concretamente:

  • È possibile richiederlo per:
    • software
    • hardware
    • servizi specialistici
    • connessione internet
    • licenze (almeno per 3 anni dopo il voucher)
    • consulenza specializzata
    • formazione del personale
    • sistemi di sicurezza connessione internet (e consulenza)
    • e-commerce
  • Non è possibile richiedere alcun contributo per:
    • Cloud service e servizi SaaS in generale:
      • Canoni per software che NON comportino acquisto (soluzioni software non iscrivibili in bilancio tra le immobilizzazioni immateriali)
      • canoni di noleggio
    • acquisto di beni usati o rigenerati
    • rinnovo licenze
    • sostituzione esistente
    • costi ordinari di consulenza
    • beni e/o servizi resi a titolo di prestazione occasionale
    • altro:
      • commesse interne all’azienda
      • materiali di consumo
      • imposte e tasse di qualsiasi genere, compresa l’IVA
      • canoni di leasing

Presentazione domande:

dal 30 Gennaio al 9 Febbraio.
Le domande di agevolazioni presentate nel periodo di apertura dello sportello sono considerate come pervenute nello stesso momento.

Requisiti per la domanda:

  • carta nazionale dei servizi
  • una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva
  • iscrizione nel Registro delle imprese
  • gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher

Metodo di assegnazione:

Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Note:

È possibile approfondire il tema sul decreto interministeriale 23 settembre 2014.
Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria.

[info dirette presenti su sito del Ministero]

Le agevolazioni:

Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

Come funziona:

Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni. Le domande possono essere presentate dalle imprese a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 è possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Come già elencato sopra, per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.
Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del Voucher, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l’altro, i titoli di spesa.

Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determina con proprio provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

Presentazione delle domande di accesso al Voucher:

Le domande per l’accesso al voucher devono essere presentate esclusivamente attraverso l’apposita procedura informatica, accendendo nell’apposita sezione “Accoglienza Istanze” e cliccando sulla misura “Voucher per la digitalizzazione” (funzionalità disponibile a partire dalle ore 10:00 del 15 Gennaio 2018).

Clicca qui per avere informazioni più dettagliate dal nostro team di assistenza tecnica!

Tags: generica
lunedì 6 febbraio 2017 09:22 | Inserisci commento

Uno stage proficuo

Scritto da: Cristiano

In DiRete si è rotta la macchina per le fotocopie e quindi il nostro Christian Fornasini, studente dell’ITIS Cerebotani di Lonato si è dovuto arrangiare diversamente.

christian_fornasini

Nella foto lo vedete con il monitor per gli allarmi sui sistemi nostri e dei clienti. Se qualcosa in giro per l’Italia si rompe i nostri tecnici sono avvisati anche visivamente, non solo via mail o SMS.

Christian con l’aiuto di Paolo ed Artur ha infatti realizzato una macchina Linux su un piccolo Raspberry Pi.

Una bella esperienza per lui (speriamo) ed un piccolo passo avanti per noi: era la classica cosa “Sì poi la facciamo” e l’occasione dell’alternanza scuola-lavoro di Christian è capitata a fagiolo.

Grazie a Christian ed in bocca al lupo per la “matura” ;)

Tags: generica
giovedì 22 dicembre 2016 11:11 | Inserisci commento

Anche quest’anno aperti

Scritto da: Cristiano

direte-natale2016-800x375

Anche quest’anno siamo aperti a Natale… e speriamo gli auguri vi arrivino graditi e non sconnessi ;)

Tags: generica
mercoledì 9 novembre 2016 14:24 | 1 Commento

Stai scrivendo buon codice?

Scritto da: Cristiano

Non siamo propriamente una software house ma scriviamo tanto codice per noi e per qualche cliente affezionato.

Artur mi ha fatto conoscere il test di Joel.

Da uno che ha creato Trello un paio di consigli li prendo volentieri.

Mi perdonerete la traduzione (update con il contributo di Artur). Dovete comunque leggere l’articolo ;)

  1. Usi un software per il controllo delle versioni?
  2. Puoi fare “versioni” (build) con un click?
  3. Rilasci versioni giornaliere?
  4. Hai un database di bug?
  5. Sistemi i bug prima di scrivere nuovo codice?
  6. Hai un rilascio delle release schedulato?
  7. Hai delle specifiche?
  8. I programmatori hanno condizioni di lavoro tranquille?
  9. Usi i migliori tool che trovi sul mercato?
  10. Hai gente che fa test?
  11. Fai scrivere codice durante i colloqui?
  12. Fai test di usabilità?
Tags: generica
martedì 7 giugno 2016 14:50 | 1 Commento

Cliente che si lamenta al contrario

Scritto da: Cristiano

Oggi abbiamo ricevuto una bellissima lamentela al contario.

utente

E’ un peccato che faccia sempre più rumore l’albero che cade delle cose che piano piano crescono. E’ un gesto che è costato poco al cliente ma che ci fa (ulteriormente) capire che la strada è quella giusta
;)

Grazie, Gian Carlo!

Tags: generica
venerdì 3 giugno 2016 13:00 | Inserisci commento

EOLO: attivato il traliccio di Langhirano (PR)

Scritto da: Federico Piacentini

E’ stata attivata la BTS che copre la zona a Sud di Parma

Le località maggiormente interessate sono Langhirano, Lesignano de’ Bagni e Neviano degli Arduini

Verificate la copertura… e correte a fare l’ordine!

Curiosità: Il territorio langhiranese era attraversato lungo l’asse sud-nord dall’antica via romana che metteva in comunicazione Parma e Luni chiamata “Strada delle cento miglia”, in quanto di lunghezza esattamente pari a cento miglia romane.

Tags: generica
venerdì 3 giugno 2016 11:04 | Inserisci commento

Security Summit a Roma

Scritto da: Cristiano

Il Security Summit torna e per la prima volta siamo sponsor tecnici anche a Roma!
Security-Summit-web
Ti aspettiamo il 7 – 8 giugno nella NUOVA LOCATION….
siamo allo Sheraton Hotel Roma & Conference Center

La partecipazione è gratuita ma è necessaria l’iscrizione.

Per info: Astrea S.r.l.
Tel. +39 0256566411 – Fax +39 0293663280

Tags: generica
giovedì 2 giugno 2016 20:00 | Inserisci commento

EOLO: attivato il traliccio di Groppacardello (PR)

Scritto da: Federico Piacentini

E’ stata attivata la BTS che copre a zona Sud della provincia di Parma

Le località maggiormente interessate sono Monchio delle Corti, Corniglio e Palanzano

Verificate la copertura… e correte a fare l’ordine!

Tags: generica

I tweet di DiRete

Il 2° torneo di Calciobalilla