Home -> Blog -> ADSL
giovedì 20 marzo 2014 16:13 | Inserisci commento

EOLO 1 XDSL 0

Scritto da: Ste73

Giovedì mattina, è quasi primavera, la vita all’istituto scolastico X di una nota località dell’hinterland milanese è frenetica. I quasi mille studenti si danno da fare, le centinaia di dispositivi mobile fanno fumare gli access point Ruckus e il bravo firewall Sonicwall gestisce permessi, servizi e 5 connessioni internet tra ADSL, HDSL ed EOLO.
Ad un tratto una serie di allarmi giungono dal sistema di monitoraggio automatico. Tutte le linee xdsl sono saltate all’improvviso, contemporaneamente. Più tardi si scoprirà che durante uno scavo sono stati tranciati numerosi cavi telefonici.

Eppure … niente panico, nessuna interruzione delle attività, nessun disagio particolare, se non il tempo impiegato per l’analisi e l’individuazione del problema.

L’application firewall di Sonicwall sapendo dell’assenza di 4 linee su 5 interviene con maggior rigore e lo shaping si fa carico di un bel lavoro, ma i 12 Megabit di EOLO Business bastano al punto che dalla scuola ci scrivono:

ciao Ragazzi,
non vi preoccupate, ci hanno comunicato che sono stati tranciati dei cavi perché in zona stanno facendo dei lavori, dovrebbero quanto prima ripristinare il tutto.
Stiamo notando che solo con EOLO stiamo viaggiando benissimo :)

Ancora una volta EOLO dimostra che non basta portare la banda larga, ma che diversificare i media trasmissivi (cavo/radio) è fondamentale!

Alla faccia di chi dice che il rame è più affidabile :) EOLO 1, XDSL 0.

giovedì 24 ottobre 2013 11:42 | 4 Commenti

NGI toglie il limite al peer to peer per le ADSL MINI

Scritto da: Cristiano

La notizia è tutta nel titolo.

Tutti i clienti che hanno comprato un’ADSL F5 MINI da oggi non hanno più il limite sul traffico di tipo “file sharing” illegale.

Noi puntiamo sempre su EOLO ma ridendo e scherzando abbiamo anche un centinaio di clienti ADSL.

Buone nuove, direi

;)

Tags: ADSL
giovedì 12 settembre 2013 10:31 | 7 Commenti

Velocità ADSL: promesse poco mantenute

Scritto da: Cristiano

Premessa: noi vendiamo anche ADSL, quindi non ditemi che sono di parte.

Detto questo, date un occhio a questa immagine tratto dall’articolo di Repubblica che ci segnala Antonio (e capite perché preferiamo vendere EOLO che ha un listino con 4 / 6 / 8 / 10 “Mega”).
Di fatto nel 2013 se compri una 7 Mega Mbps puoi sperare di andare a 4. Se compri una 20 puoi aspirare a 7,1.
I grassetti sono d’obbligo: si parla di media… e sapete che c’è chi ha un pollo e chi manco uno. Gli operatori di ADSL ne prendono parecchi ;)

media-adsl

Nell’articolo ci sono alcuni spunti interessanti: da una parte gli operatori che si difendono per la crescita del traffico globale (soprattutto causato dal video oltre che dalla lenta crescita degli utenti). Dall’altra leggo (con dispiacere ma non senza sorprese) che vendere ADSL risulta sempre meno conveniente per le pratiche poco simpatiche di Telecom Italia che, non è una novità, non ama il fair play nei confronti dei competitor.

L’articolo vuole essere ottimista e chiude con le prossime evoluzioni. Quelle si saranno interessanti… ma ci vogliono ancora anni. Cambierà il tipo di digital divide.

I motivi tecnici sono sempre gli stessi come abbiamo già detto in passato. Basta capire come funziona l’ADSL.

L’amara realtà, però, è che ancora la maggior parte dei consumatori si lascia abbindolare da chiappe, scritte grandi e piccole che scorrono…
Nessuna offesa. Io sono il primo che mi faccio fregare quando compro il prosciutto! ;)

Tags: ADSL

I tweet di DiRete

Il 2° torneo di Calciobalilla