Matteo ci segnala un interessante articolo sugli sviluppi della rete NGI secondo Agenda Digitale.

Si va parecchio nel tecnico come potete leggere dall’estratto

La piattaforma di NGI resta in continua evoluzione, per il 2015 sono allo studio sistemi di beam-forming che permetteranno di sfruttare le tecniche di MU-MIMO, ossia la generazione di più fasci per poter trasmettere informazioni diverse destinate a utenti diversi sullo stesso canale e nello stesso istante, supportando ampiezze di canale fino a 40 MHz. Il risultato finale sarà un’efficienza spettrale di 18 bps/Hz che garantirà una velocità per l’utente nell’ordine di 50 Mbps simmetrici, ben oltre quindi rispetto all’obbiettivo fissato dell’agenda digitale di 30 Mbps entro il 2020.

quindi vi ricordo anche l’interessante PDF di approfondimento su EOLOwave di cui riporto un estratto

EOLOwave