Come anticipavamo qualche post fa abbiamo concretizzato la nostra idea di contribuire alla diminuzione di CO2.

Arriva infatti il Twizy di DiRete che vediamo nella ricostruzione immaginata da Stefano


L’auto verrà caricata in ufficio e quindi virtualmente dal nostro impianto fotovoltaico. Dico virtualmente perché non abbiamo un impianto ad isola (i nostri pannelli solari non alimentano il Twizy ma vanno nella rete “normale” dell’ENEL – e mi passerete la semplificazione).

L’idea di una pensilina fotovoltaica sarebbe il prossimo passo. Ma ci sarebbe in mezzo anche il Comune, il condominio ecc.

Vedremo!

Ora la palla è agli amici di Logotomica per qualche idea carina per personalizzare il Twizy. Con la 500 hanno fatto un ottimo lavoro.