Stiamo cambiando il centralino aziendale. Abbandoniamo il seppur ottimo Voiceone per via della pressoché totale immobilità del progetto e, soprattutto, per il fatto che l’installazione del pacchetto su un asterisk comporta la modifica radicale di tutti i file di configurazione, al punto che se si vuole implementare qualche nuova funzione è mostruosamente complesso e il know how disponibile in rete risulta insufficiente.

Stiamo testando FreePBX. L’interfaccia è quella scelta dalla stessa Digium, che “produce” Asterisk, per AsteriskNOW, il pacchetto di installazione preconfezionato che con pochi click, partendo da zero, installa un centralino perfettamente funzionante su una macchina qualunque (manca solo il supporto all’mISDN, necessario per la gestione degli accessi base o primari ISDN in Italia, implementato da Massimo in un paio d’orette di lavoro).

Il pannello di configurazione, accessibile via web, è sicuramente meno bello e intuitivo di quello sviluppato da Voiceone, ma per contro rileviamo da subito alcuni vantaggi enormi rispetto alla piattaforma precedente (ne presentiamo solo 2 per il momento, perché siamo ancora in fase di studio):

  • aggiornamenti dei moduli e dell’intero pacchetto automatizzata e ben funzionante
  • disponibilità di numerosissimi moduli aggiuntivi, tra i quali almeno 1 che cercavamo: il “risolutore CID”: un modulino permette di far interrogare un database mysql o, in alternativa (mannaggia, speravo potessero essere fatti in sequenza, ma indagherò …) un sito web (paginebianche.it, ad esempio) alla ricerca del nome che corrisponde al numero del chiamante per le chiamate in entrata

Passiamo quindi all’IVR e al merge dei file gsm (vero oggetto di questo messaggio, prima che mi facessi prendere la mano …):

in voiceone l’IVR è fatto veramente molto bene, e ciascuna voce di menu (premere 1 per il supporto tecnico, 2 per l’amministrazione, etc) è un file gsm ad hoc. Questo comporta un maggior tempo di realizzazione del tutto, ma sicuramente una maggior flessibilità qualora si volessero modificare le singole voci di menu (basta cambiare il singolo file).

FreePBX, invece, vuole un file solo per ogni livello di IVR, contenete tutti i menu …

Devo quindi registrare tutto ex novo? (ebbene, sì, la voce sotto il nostro IVR è la mia !!!) Nooooooo, c’è una via molto più semplice, percorribile con una macchina linux (il centralino) o anche mac osX (il mio, in questo caso!): usare il comando cat

eqquindi … cat 1.gsm 2.gsm 3.gsm 4.gsm 5.gsm ->test.gsm prende i file 1, 2, 3, 4 e 5, tutti con estensione gsm e li unisce in un unico file dal nome test.gsm!

Più facile di così ;)