Dopo la raffica di post sconclusionati fatti ieri, è il caso di fare un paio di considerazioni “a freddo”.

  1. Non sono decisamente portato per il blogging live… forse una donna (che sa fare più cose contemporaneamente) sarebbe più portata.
  2. Non avevo partecipato prima ad un evento organizzato da un’azienda in favore di blogger e temevo mi sarei trovato corrotto con mille gadget e ammenicoli inutili per drogare post e commenti ma così non è stato. A parte la graditissima borsa Tech air che penso proporremo anche ai nostri clienti (semplice e geniale il buco per le cuffie, la tasca per l’iPod ed il seriale per quando si smarrisce la borsa con il PC. Ovviamente in Italia non funzionerà, ma l’idea è buona).
    Dicevo, il tutto è avvenuto nella giusta sobrietà ma non si aveva nemmeno l’impressione si andasse al risparmio. Riscaldamento a parte: con la scusa dei muletti avanti ed indietro le porte erano sempre aperte e c’era un freddo becco! ;)
  3. Visti i miei pregiudizi non mi sarei aspettato partecipasse ad un evento del genere l’amministratore delegato di Smau in persona. Era più semplice lasciare il tutto ad un’agenzia di marketing specializzata in buzz/blog/2.0ware vario. Al limite mi sarei aspettato un signore in giacca e cravatta un po’ borioso con l’aria da “io ce l’ho fatta, altro che voi blogger con buon tempo tra le mani”. Ed invece ho avuto il piacere di conoscere Pierantonio Macola, inventore all’epoca del webb.it ed oggi AD di SMAU, una persona con idee chiare in testa, che sa comunicarle ed estremamente alla mano. Bravi anche i suoi collaboratori.
  4. Condivido il suo tentativo di cambiare volto ad una manifestazione. Bella la scelta di dare spazio attraverso Percorsi dell’innovazione alle giovani start up.
  5. I portatili cadono. Se ne sono accorti anche allo SMAU… simpatico l’accostamento nel padiglione Ingram Micro in cui da una parte Graziano Martin di Tech air buttava per terra il suo trolley con dentro un portatile in stand by che si apriva come se niente fosse. Due banchi più in là Toshiba presentava un notebook della linea Tecra e lo faceva cadere dal tavolo. Oltre a versarci un bicchiere d’acqua sulla tastiera, ovviamente. A parte un momento in cui si temeva l’effetto demo alla Bill Gates, il povero portatile si è riacceso prontamente senza nemmeno un graffio sulla scocca.
    Bel prodotto: ma non comprate prodotti rientrati dalla fiera… lo faranno cadere parecchie volte! ;)
  6. Mi ha fatto piacere reincontrare (quasi) Luca di Tavolinux. Se non altro ho conosciuto il babbo (che è uguale).
  7. Se non odiassi i vari Skype, MSN ecc mi comprerei il monitor Samsung 2263dx con un piccolo LCD da 7” (come l’arancina che a volte si trova dentro l’arancia più grande). Se giocassi invece prenderei il monitor 3D di Samsung
  8. Vere star dell’evento i Poken che spacciava Elena. Sono dei simpatici aggeggini che se avvicinati tra loro si scambiano in un wireless promiscuo biglietti da visita, account di Facebook e compagnia briscola. Se non li avete ancora siete degli sfigati. Io pure. :|

L’ultima considerazione. Cos’è Smau Brescia 2009? Non si rivolge tanto agli operatori del settore IT ma alle PMI ed è questa la vera novità dell’evento.

Questa l’agenda degli eventi. Andateci se siete appassionati di IT, ma andateci soprattutto se avete un’impresa.