Prima di ritornare al lavoro ufficialmente, un po’ di svago ci sta tutto a mio avviso. (ufficialmente perché Eolo ci ha assorbito anche durante le “ferie”).

Ecco quindi che vi presento un giochino veramente interessante: comBOTs. Sul sito dell’autore ce ne è un’altro veramente splatter per i palati meno fini, se volete.

ComBOTs permette all’utente di programmare il comportamento di un robottino con un semplice linguaggio che ricorda mooolto vagamente il Logo.

Bisogna dedicare qualche minuto alla comprensione dell’interfaccia ma poi il tutto è davvero divertente. Una volta programmato il proprio robottino lo si può usare per sfidare il robottino di altri su Internet (la sfida è aperta!).

Questo mi ha fatto tornare alla mente uno degli esami più interessante di ingegneria a Brescia, quello di Robotica che feci all’epoca con il prof. Riccardo Cassinis. Uno dei pochi che ricordo con molto piacere: avevamo programmato dei robot veri, i Pioneer. Tra l’altro l’Università di Brescia è molto attiva (o per lo meno lo era… non sono aggiornato) sul versante robotica anti mine. A Brescia le abbiamo sempre prodotte. E’ giusto che si dia una mano a toglierle…

Il tema delle mine meriterebbe ben altri approfondimenti, lo so… ma questo è un post di svago, appunto.