DiRete – “Puoi contarci”.

Quanto tempo, quanto lavoro (grazie, Gigi) prima di arrivare a quella frasetta sotto al logo, quella che dovrebbe raccontare chi è l’azienda in pochi secondi, per intenderci. Non mi perdo nelle differenze tra pay-off e claim che non mi sono del tutto chiare… ma è stato un lungo cammino che ci ha portato ad una profondo esame di coscienza.

Sabato in tv sento che UniCredit Banca ha scelto “Posso contarci”.

Lì per lì mi sono arrabbiato. Poi in realtà ho pensato che si possa vedere come una conferma della validità della scelta: se anche altri ci sono arrivati per vie diverse non può che essere così. Possiamo dire di essere come la Settimana Enigmistica “Il settimanale che vanta innumerevoli tentativi di imitazione”?

Gli facciamo causa? Ci faranno causa? Per fortuna lavoriamo su ambiti diversi e quindi penso che non se ne farà nulla (noi siamo arrivati prima ed abbiamo di meglio da fare che intentare cause a grandi gruppi bancari). Caviamocela dicendo che siamo come Bell e Meucci.

Su www.unicredit.it non c’è traccia del “Posso Contarci”. www.unicreditbanca.it non è raggiungibile e dalla cache di Google leggo “Benvenuto in una banca. Una grande banca.”.

Con calma magari spiegheremo il percorso che abbiamo fatto…